aula_tribunaleROMA – Restano in carcere Mirko Ieni e Marco Galluzzo arrestati il 12 novembre scorso per cessione di sostanze stupefacenti nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma sulle due studentesse-’squillo’ che si prostituivano in un appartamento ai Parioli.

Lo ha deciso il tribunale del riesame cui si erano rivolte le difese per impugnare l’ordinanza cautelare del gip Maddalena Cipriani. Per la cocaina fornita alle due minorenni, i giudici hanno ritenuto fondato il provvedimento restrittivo che grava su Ieni, ritenuto uno degli organizzatori del ‘giro’, e su Galluzzo, imprenditore edile che figurava tra i clienti delle due studentesse.

Nei confronti del secondo indagato, è, però, caduta l’accusa di induzione alla prostituzione minorile, contestata anche a Ieni nella prima ordinanza cautelare del 28 ottobre e ribadita successivamente da un altro collegio del riesame.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail